IL PROGETTO
Intervento di ristrutturazione di un appartamento in un quartiere anni ‘80 con affaccio su un grande parco e vista che spazia da Tivoli ai Castelli Romani. Il progetto ha privilegiato il recupero e la valorizzazione della vista panoramica da cucina e zona living, con l’obiettivo di lasciar penetrare la luce naturale fino al limite della zona notte, segnalato da una porta scorrevole a scomparsa in vetro grigio fumè.
LA ZONA LIVING
Un pavimento a listoni posati a correre ed inclinati a 30°unisce la zona soggiorno alla zona pranzo, strutturata sul grande tavolo di cristallo di cui è stato ridisegnato l’appoggio, con una struttura in tubolare di ferro trattato ad olio e saldature lasciate a vista. Il volume della cucina, definito dalle pareti in mattoni faccia a vista, è sottolineato dalla panca attrezzata in legno laccato bianco. La cantinetta per il vino è realizzata con elementi in laterizio incassati nella parete e sfrutta un recesso tra dispensa e guardaroba altrimenti inutilizzabile.
LA CUCINA
La cucina ha un aspetto tradizionale e tecnologico, con rivestimento in maioliche bianche posate a cortina e pavimento in gres tipo ardesia naturale. Gli arredi sono in legno laccato bianco con piani in rovere naturale massello. Il grande oblò sulla porta di tipo industriale enfatizza la funzione “tecnica” del locale, consentendo a chi siede nella zona pranzo di lanciare lo sguardo attraverso lo spazio della cucina fino all’orizzonte.

I BAGNI
L’antibagno con mobile lavanderia su misura e accessori in acciaio inox anticipa un bagno dalle geometrie nitide e rigorose, in cui il piano lavabo in travertino persiano giallo spicca sulle mattonelle di grande formato ad effetto cemento, Il bagno di servizio, con accesso unico dalla camera, è caratterizzato da nicchie e muretti di ispirazione orientale interamente rivestiti in mosaico vetroso. La parete di fondo della doccia è rivestita con marmo Forest Brown.